Sabbiature protette per hotel Roma

Sabbiature Protette per gli Ambienti Chiusi

La sabbiatura protetta, per intervenire sulle pareti interne di hotel ed alberghi.

La sabbiatura protetta, impiegabile in spazi chiusi, non lascia residui e riutilizza il materiale ‘sparato’.

Si tratta della soluzione ideale per pulire le pareti di alberghi ed hotel. Tale tipo di intervento è effettuabile anche durante la permanenza degli ospiti.

La sabbiatura protetta offre una vasta gamma di possibilità:

  • da quella con gusci di noce, idonea per superfici delicate;
  • fino all’utilizzo di sfere di vetro e ferro, per ottenere una sabbiatura forte e decisa, particolarmente indicata per materiali tenaci ed ossidazioni persistenti.

 

Ogni materiale da sottoporre ad un intervento di sabbiatura protetta ha delle sue specifiche caratteristiche. Il trattamento che verrà applicato, pertanto, verrà scelto in maniera da rispettare ogni superficie, facendo in modo che la pulizia risulti efficace ma non invasiva, stando attenti quindi a non deteriorare l’area, che verrà epurata solo dello sporco superficiale.

Le nostre capacità di intervento si adattano perfettamente a qualsiasi richiesta. I materiali che vengono impiegati per le sabbiature sono professionali, e le attrezzature le più idonee sul mercato. Si effetta anche il servizio anti writers.

I nostri contatti telefonici mettono a disposizione della clientela un servizio ‘fast’ di risposte, per risolvere ogni esigenza e spiegare ogni procedimento adottato, garantendo un interscambio funzionale e risolutivo.

Lo staff di Danilo Sparagna viene spesso contattato:

  • dai gestori di hotel del Lazio;
  • dagli albergatori di Roma;

 

per concordare l’esecuzione di sabbiature protette. Per ulteriori informazioni, telefonate a Danilo Sparagna Sabbiature.

Categories
Materiali utilizzati
  • Gusci di noci tritati: 0,20 – 0,40 mm per materiali ultradelicati;
  • Silicato di alluminio as 90: 0,02 – 0,09 mm per incrostazioni leggere;
  • Silicato di alluminio as 250: 0,09 – 0,25 mm per incrostazioni moderate;
  • Silicato di alluminio as 500: 0,25 – 0,50 mm per incrostazioni spesse;
  • Sfere di vetro sg 150: 0,10 – 0,15 mm delicato-per substrati bianchi;
  • Sfere di vetro sg 300: 0,20 – 0,30 mm mediamente delicato;
  • Sfere di plastica dp 200 a: 0,08 – 0,20 mm più delicati dei n. 5/6 meno del n.1;
  • Sfere di plastica dp 600 a: 0,20 – 0,60 mm più delicato dei n. 5/6 meno dei n.1/7;
  • Sfere di plastica dp 1000 a: 0,60 – 1,00 mm più delicato dei n. 5/6 meno dei n.1/8;
  • Garnet australiano: 0,30 – 0,60 mm incrostazioni molto spesse;
  • Garnet indiano: 0,60 – 0,80 mm incrostazioni molto spesse.